Scegliere il piano di hosting: come scegliere l'hosting migliore per il proprio sito internet

Nell'articolo di oggi desidero trattare l'importanza della qualità del proprio server per il posizionamento rapido di un sito web.

Scegliere un piano di hosting è uno step fondamentale: le prestazioni del server su cui poggia il proprio sito sono infatti il primo segrato per ottenere ottimi risultati in poco tempo.

Ma perchè è fondamentale la qualità dell'hosting per posizionarsi ai primi posti?

Per diversi motivi. Il server, oltre alla quantità di spazio offerto ed ai programmi installati, determina i tempi con cui un sito web si carica, fattore che influenza pesantemente la frequenza di accesso dei motori alle sue pagine. Se i crawler di Google devono attendere troppo, molto probabilmente rallenteranno la frequenza di scansione, ed i frequenti aggiornamenti che fate sulle vostre pagine per posizionarvi non serviranno a nulla. I server di bassa lega, inoltre, non garantiscono uprime del 100%, il che significa che spesso potranno verificarsi errori 4 0 4 . Un errore 4 0 4 è il sinonimo di pagina non trovata, e si può verificare se il server scelto non ha un servizio efficente ogni secondo di ogni giorno.

Far trovare a Google un errore 404 è molto grave, in quanto crederà che una pagina di quelle che stiamo linkando non esista, e potrebbe pertanto decidere di non passare più a scansionarla in futuro, riducendo le nostre possibilità di essere indicizzati.

Ma oltre alla velocità ed al tempo di uptime, esistono altri fattori che rendono un hosting di qualità migliore per posizionarsi prima. Tra questi fattori, uno di quelli che ritengo fondamentali è la possibilità di gestire i propri links con mod-rewrite.
il mod-rewrite è un modulo di php molto utile, che non tutti i provider abilitano nel proprio server. La sua utilità consiste nel fatto che possiamo creare finte pagine statiche, dagli URL piacevoli per i motori di ricerca, le quali in realtà passano parametri in GET a pagine dinamiche realmente residenti sul server.

Un esempio? guardiamo gli URL di questo sito web: non sono realmente pagine html, ma link che tramite mod-rewrite permettono la lettura di pagine php con url molto più semplici da capire.

Che senso ha questo per il posizionamento? Semplice: per quanto si possa smentire, a Google ancora non piacciono moltissimo i siti dinamici, che generano url del tipo "index.php?id=848&back=8947fji29&user=pippo&order=38". Questo tipo di struttura links è, in primis, fastidiosa per l'utente, che non è in grado di leggere e ricordare agevolmente tutti i parametri, ed i secondo luogo non piace ai motori di ricerca.

Perchè i links dinamici non piacciono ai motori di ricerca? 1: sono senza senso, non variano molto tra uno e l'altro, e possono indurre Google a pensare che due url simili siano la stessa pagina, 2: non hanno valore semantico. Le parole chiave all'interno dei propri URL sono valutate positivamente dai motori, e l'url-rewriting permette di generare indirizzi che contengono, ad esempio, il titolo della pagina linkata.

Ma i vantaggi di un hosting più costoso non si fermano qui. Un parametro molto importante per valutare un piano di hosting è capire quanti siti sono hostati in uno stesso server. L'ideale sarebbe avere un server dedicato, ma non tutti i clienti spenderebbero 6000 € all'anno per mantenere il proprio sito, di conseguenza spesso si ricorre a hosting dedicato o semidedicato.

Molti ISP forniscono tuttavia piani di hosting condiviso molto vantaggiosi, il che significa che sullo stesso server non poggiano mai più di 10- 20 siti, mantenendo i tempi di accesso molto bassi e riducendo la possibilità di rifiutare la visita di un crawler.

Fondamentale è invece l'IP assegnado dal provider al vostro sito. Alcuni ISP assegnano a molti siti lo stesso IP, il che significa che il sito ferramenta-online.xxx ed il sito donne-nude.xyy per Google sono insensatamente molto vicini, quasi fossero la stessa cosa, solo perchè entrambi hanno il medesimo indirizzo IP.

Per avere le migliori prestazioni e far sì che le nostre pagine ottimizzate rendano al meglio dobbiamo assicurarci di essere appoggiati ad un IP unico per il nostro sito, in modo da non subire le eventuali penalizzazioni inflitte ad un dominio residente nel nostro stesso server.

In conclusione, spendere un mese a fare posizionamento se poi vogliamo un hosting da 30 € all'anno è del tutto inutile, perchè si raggiungono gli stessi risultati di spendere 1 giorno in posizionamento ed avere un server da 5000 € all'anno (calcolo spannometrico).

In sintesi: se potete, non risparmiate mai sull'hosting!



    Richiedi informazioni sui siti web Numedialab, preventivo creazione sito web, siti amministrabili
    Nome*
    Cognome*
    Telefono*
    E-mail*
    Messaggio  
    * dati obbligatori

    Numedialab ha creato anche: Italian Creatives: il portale dei creativi italiani

    mostra arte digitale friuli - automatik grafica